Nel novembre del 1994 l'Italia è in stato di allerta: il maltempo sta mettendo in ginocchio alcune province del Piemonte. Un gruppo di nostri concittadini decise di partire con la determinazione di dare aiuto alla popolazione colpita dalla calamità. Fu là che davanti a tanta sofferenza si concretizzò l'idea di formare un gruppo di Volontari della Protezione Civile. Lo stimolo e le motivazioni furono trovate in quelle strade, tra quelle case ed in quei volti pieni di disperazione ma carichi di orgoglio, dignità e sentimento, accettando con riconoscenza quanti sanno dare senza chiedere.

Nel dicembre del 1997 l'associazione prende la denominazione “Il Gabiano” (il nome originario del Comune di Borgo San Giacomo) e nell'ottobre 2001 diventa a tutti gli effetti un gruppo di protezione civile composto da 22 volontari in servizio effettivo, diventando una realtà nel volontariato, con uno statuto e con precise finalità rivolte sopratutto al settore idrogeologico.

Con le richieste di aiuto in generi alimentari da parte di persone bisognose mandate dagli assistenti sociali dei comuni limitrofi che quotidianamente vengono a bussare alla nostra porta, naque l'esigenza di costituire, un'associazione umanitaria che si dedichi esclusivamente ai problemi di distribuzione e approvvigionamento di generi alimentari che soddisfino le richieste sempre più volute.

Il 23 settembre del 2005 il gruppo volontari della Protezione Civile "Il Gabiano" divenne l'Associazione Umanitaria "La Gabianese" scritta all'albo del volontariato della regione Lombardia al n° 120 sez. A.

Si costituisce così una nuova associazione umanitaria, lasciando così il volontariato della Protezione Civile, ci dedicammo alla raccolta di generi alimentari, da destinare alle famiglie indigenti e bisognose.

Oggi vantiamo di un folto gruppo di volontari che si dedica ogni giorno alla raccolta ed alla distribuzione di beni necessari all'umanità. Il nostro scopo principale è quello di soddisfare le richieste di aiuto di:

- Generi alimentari: pasta, formaggio, acqua, sale, riso, olio, passata di pomodoro, biscotti, zucchero, ecc....

- Indumenti: usati e nuovi (che non si usano più), da destinare ad i più bisognosi.

- Mobili: usati e nuovi (in disuso), da destinare alle famiglie che ne sono prive.

Attualmente l'Associazione sostiene 31 comuni e diverse comunità nell'ambito 8 della provincia di Brescia.

Il nostro carattere formatosi con l'esperianza in Protezione Civile, continua ad essere ancora oggi fonte inesauribile del volontariato a scopo umanitario. Tutto ciò, ci permette di essere sempre a contatto con la gente benefattrice da un lato e bisognosa dall'altro, rendendoci ogni giorno sempre più forti e convinti che tali opere umanitarie non dovranno mai cessare di esistere.

La sede è dedicata al volontario Giancarlo Guadrini figlio dell'attuale presidente e fondatore dell'associazione Giuseppe Guadrini (meglio conosciuto come Piri)., deceduto in un grave incidente stradale il 10 giugno 2003

Design by Falconweb © 2015 | Associazione umanitaria "La Gabianese" C.F. 98123060174 | Privacy e cookies